Close

Illuminazione per interni, soluzioni per la vostra abitazione

In un interior design sempre più votato alla creazione delle atmosfere, occuparsi della propria illuminazione per interni diviene un momento di vero studio strategico. Scegliere quali angoli valorizzare, dove direzionare i fasci luminosi e quali intensità utilizzare può letteralmente rivoluzionare l’aspetto e lo stile di una stanza. Ma anche la stessa estetica della fonte di illuminazione può aggiungere molto alla sua resa complessiva. Ecco allora una breve guida alle migliori soluzioni di illuminazione, con qualche idea per i vostri acquisti.

Qui invece vi offriamo dei consigli su come scegliere il divano.

Illuminazione per interni: soggiorno e sala da pranzo

La sala da pranzo è uno degli ambienti della casa che necessitano di una luce chiara e netta. Quando si è a tavola si vuole infatti avere una visione chiara e limpida dei piatti e degli altri commensali. Quindi la soluzione migliore è sempre un’illuminazione diretta al centro della tavola, proveniente rigorosamente da una fonte verticale, sia che si tratti di un lampadario a soffitto o di una lampada a piantana. Evitare dunque fasci di luce provenienti da punti laterali, accecanti per chi vi si trova di fronte, e le luci indirette, insufficienti per un’illuminazione adeguata. Il soggiorno invece di contraltare prevede illuminazioni più soft e che favoriscono il relax, sia nei momenti solitari che in compagnia; qui si rendono dunque molto utili le appliques. Per quanto riguarda la tonalità, si preferisca quella neutra in ambienti dai molteplici colori e giochi di luce e ombra con soggiorni monocromatici. Infine, occhio alla zona TV: deve essere sempre illuminata poiché la visione al buio è sconsigliata per la salute degli occhi, ma abbiate cura di eventuali riflessi sullo schermo.

Lampada Componi200
Lampada Componi200 di Cini&Nils

Camere e camerette

Uno dei principali peccati in fatto di illuminazione per interni si compie proprio nella zona notte, ed è la tendenza alla sovrailluminazione. Analogamente al salotto, infatti, la camera da letto necessita di luci riposanti e che preparino alle ore di sonno. Una coppia di appliques ai lati del letto è la soluzione che deve essere alla base delle luci della vostra stanza, a cui eventualmente può essere aggiunta una piantana o una lampada da tavolo, mentre se si desidera comunque avere un lampadario, l’ideale è qualche modello di dimensioni medio-piccole e dalle luci riposanti. In tema di camerette per bambini il fattore sicurezza deve essere il vostro primo pensiero: no al vetro, sì ai materiali resistenti, e fate in modo di non mettere le luci alla portata dei più piccoli. Per quanto riguarda i più grandi, invece, si abbia cura di illuminare bene la zona studio, orientando la luce sulla scrivania e mai su eventuali schermi di computer.

Applique Lucciola Wall Adriani e Rossi
Applique Lucciola Wall di Adriani e Rossi

Illuminazione per interni: la cucina

Passiamo ora agli ambienti più tecnici. La cucina è prima di tutto un ambiente di lavoro dove sono presenti oltre all’elettricità anche il gas e l’acqua, pertanto l’illuminazione deve avere un carattere prevalentemente funzionale. Al bando dunque soluzioni troppo “esuberanti”, e si privilegi anche qui la sicurezza dell’operatore, e si evitino in particolar modo apparecchiature scoperte nei pressi del lavello. Il cuore dei vostri pensieri sarà l’illuminazione del piano cottura, angolo più soggetto a incidenti e pertanto necessitante della migliore visione possibile. Qui in particolare, ma anche sul resto del piano di lavoro, vanno distribuiti dei punti luce in modo da avere sempre tutto sotto controllo, nell’ordine dei 300-400 lux circa.

Club C01
Lampada Club C01 di Oty Light

La sfida del bagno

Concludiamo dunque con il bagno, un ambiente della casa che, tra riflessi degli specchi, necessità e lucidità delle superfici è sempre una delle zone più delicate in termini di illuminazione. Iniziando proprio dallo specchio, una luce frontale permette di apportare la funzionalità necessaria al suo utilizzo, mentre una fonte alle spalle dell’utente creerebbe delle fastidiose zone d’ombra. Utilizzate delle luci chiare e nette, evitando qualsiasi possibile alterazione cromatica che darebbe una falsa percezione all’utente in fase di trucco e cura della persona, e per offrire sempre un aspetto ordinato e pulito al vostro bagno.

Lampada TensoStilo
Lampada TensoStilo di Cini&Nils

Scoprite con CLM Arredamento le migliori proposte di illuminazione per interni!

Altri Articoli

Dal 9 novembre
Lo showroom è CHIUSO al pubblico
ma continuiamo ad essere operativi
Contattaci via e-mail all'indirizzo info@clmarredamento.it o telefonicamente al numero +39 02 5464229