Close

Moodboard: utili consigli per crearlo

Vi è mai capitato di sentir parlare di “moodboard” nel vostro ambito lavorativo o tramite passaparola?
Se non sapete di cosa si tratta siete nella pagina giusta, perché vi mostreremo cosa significa questa parola e come realizzarla.

Il moodboard è una tavola (per la maggior parte dei casi fatta su carta) utilizzata dai designer o dai progettisti per mostrare al cliente più dati possibili che compongono il progetto in questione. È una sorta di collage di immagini, un modo carino per esporre al cliente quello che includerà il lavoro finito.

Questo strumento è utile quando si lavora insieme ai colleghi su un progetto comune: tutte le idee vengono riportate su questa tavola al fine di arrivare al concept del lavoro.

Ecco alcune fasi importanti da considerare per creare un moodboard di successo.

  • ascolta il cliente, studiando le sue richieste, il suo brief;
  • prova a creare una o più moodboard, avendo chiaro il progetto e cominciando a raccogliere idee e materiali (disegni, fotografie, font, colori, ecc.) che servono a definire la tua idea. Ti consigliamo di crearne almeno due o tre in modo che il cliente possa decidere qual è quella che somiglia di più alla sua idea di prodotto. In questo caso dimostri professionalità, perché stai facendo un lavoro completo per il cliente, e flessibilità, perché cerchi di scoprire sempre alternative valide.
  • fai delle ricerche sul prodotto ed individuare gli elementi che semplifichino il più possibile il progetto e che piacciano subito al cliente, per esempio la scelta di un determinato colore;
  • chiedi consigli ad altri, che siano colleghi, familiari o amici che hanno “gusto” o interesse per quel tema, per ricevere giudizi sull’aspetto visivo ed estetico del progetto;
  • spiega al cliente tutte le tue fasi del lavoro in modo che comprenda il motivo per cui hai realizzato un moodboard;
  • Pensa sempre a “less is more”: non esagerare, inserisci nella tavola solo gli elementi essenziali, tralasciando ciò che può creare confusione. Inoltre, fai in modo che tutti gli “oggetti” del moodboard siano coordinati tra loro, perché insieme devono avere un senso.

Queste sono alcune dritte per cominciare con il piede giusto per presentare un progetto in modo efficace ed efficiente. L’attenzione, il dettaglio, la sintesi, la buona esposizione, sono tutti fattori che, se usati nel giusto modo, fanno sorridere il cliente.

Provaci anche tu, buon lavoro!

Altri Articoli

Lascia un commento

Dal 20 agosto
Lo showroom riapre al pubblico
SU APPUNTAMENTO
* Garantiamo una situazione di totale sicurezza adottando le precauzioni stabilite dal decreto ministeriale.